KerrKerrKerr
(LUN - VEN)
00127, Roma

Attestato di prestazione energetica (APE): cos’è e a cosa serve?

Attestato di prestazione energetica (APE): cos'è e a cosa serve?

Parlando di riqualificazione energetica non ci si può esimere dall’affrontare l’argomento APE (Attestato di Prestazione Energetica). Cos’è, come si ottiene e qual è la sua importanza? Scopriamolo assieme in questo articolo.

Cos’è l’APE.

L’APE è un documento che attesta la prestazione energetica di un edificio. Potremmo paragonarlo ad una “pagella energetica”, in cui il nostro immobile riceverà un voto che va da A4, il massimo, a G. Unitamente alla classificazione in lettere, troveremo dettagli fondamentali sui consumi energetici annui dell’edificio.

L’APE ha di norma una validità di dieci anni (a patto che si siano effettuati i controlli periodici della caldaia previsti per legge), ed è redatto da un tecnico certificato a seguito di un sopralluogo obbligatorio.

È bene introdurre, a questo punto, un importante distinguo: esistono due tipologie di APE, standard e convenzionale, con destinazioni d’uso diverse. Solo l’APE convenzionale è utile ai fini del Superbonus: entriamo nel dettaglio nel prossimo paragrafo.

L’APE standard

Chi, negli ultimi anni, ha frequentato il mercato immobiliare, si sarà certamente imbattuto in questo documento: l’APE standard è infatti obbligatorio in caso di compravendita e locazione, nonché presente negli annunci immobiliari come indice di prestazione energetica (espresso in kWh/anno). 

Visti i suoi molteplici usi, quindi, è probabile che siate già in possesso di un APE standard in corso di validità, magari riferito alle prestazioni energetiche del vostro appartamento. Attenzione: questo documento non vi sarà utile ad ottenere il Superbonus. Per avviare le pratiche di sgravio fiscale al 110% dovrete munirvi di un nuovo APE, detto convenzionale, redatto appositamente.

L’APE convenzionale e il Superbonus

L’APE convenzionale è legato unicamente alla pratica Superbonus e non può essere utilizzato per altri scopi. Contrariamente a quello standard, che di solito certifica la prestazione energetica di una sola unità immobiliare, è riferito all’edificio nel suo complesso.

La sua unica funzione è quella di attestare, a lavori conclusi, il salto di due classi energetiche da parte dell’immobile. Per poter valutare l’effettivo miglioramento dell’edificio, l’APE convenzionale sarà redatto due volte, prima e dopo gli interventi di efficientamento. Parleremo quindi di APE convenzionale ante operam e APE convenzionale post operam. Entrambi i documenti dovranno essere conservati per consentire all’Enea e all’Agenzia delle Entrate di fare gli opportuni controlli a campione.

All’interno della burocrazia relativa al Superbonus, l’APE riveste un ruolo chiave. La scelta di personale qualificato per la sua redazione è di vitale importanza: non dimentichiamo infatti che il tecnico incaricato avrà responsabilità civili e penali. Ci si dovrà obbligatoriamente rivolgere ad un professionista accreditato (geometra, architetto, ingegnere) che abbia acquisito il titolo di certificatore energetico. 

APE, ACE, AQE, attenzione a non confondersi!

Una piccola postilla che potrà tornarvi utile: esistono altri due tipi di attestati, detti ACE e AQE, che potrebbero generare un po’ di confusione in chi si avvicina alla materia per la prima volta. Esaminiamoli insieme.

L’ACE o Attestato di Certificazione Energetica, è una versione meno aggiornata è più essenziale dell’APE. Non contiene infatti informazioni legate a ventilazione, riscaldamento dell’acqua ad uso sanitario, climatizzazione e illuminazione, tipiche dell’APE.

Con il termine AQE si definisce invece l’Attestato di Qualificazione Energetica. A differenza dell’APE, che nasce come documento informativo rivolto all’utente finale, AQE è uno strumento di controllo emesso durante i lavori di costruzione e ristrutturazione, che certifica l’aderenza dei lavori agli standard di progetto.

At vero eos et accusamus et iusto odio digni goikussimos ducimus qui to bonfo blanditiis praese. Ntium voluum deleniti atque.

Melbourne, Australia
(Sat - Thursday)
(10am - 05 pm)
Melbourne, Australia
(Sat - Thursday)
(10am - 05 pm)
Melbourne, Australia
(Sat - Thursday)
(10am - 05 pm)
Melbourne, Australia
(Sat - Thursday)
(10am - 05 pm)